I luoghi della linea gotica (in collaborazione con la Pro loco di Badia Tedalda)

Home  /  Uncategorized  /  I luoghi della linea gotica (in collaborazione con la Pro loco di Badia Tedalda)

On Novembre 29, 2018, Posted by , In Uncategorized, With No Comments

Le tragiche vicende della seconda guerra mondiale hanno colpito duramente questa zona. Rimini, ad esempio, fu distrutta per oltre l’80%. Tra il 1° novembre 1943 e il 21 settembre 1944, infatti, oltre 400 bombardamenti causarono 607 morti. La violenza di tali bombardamenti fu dovuta alla strategicità di questa zona, posta alla fine della Linea Gotica, che correva tra La Spezia e Rimini L’esercito tedesco aveva infatti realizzato diverse opere difensive sull’Appennino per frenare l’avanzata degli Alleati, e tutti i territori vicini a questo fronte subirono notevoli danni in termini di vite umani e di distruzione di edifici.

Il comune di Badia Tedalda recentemente ha creato il parco storico della linea gotica www.parcostoricolineagotica.it, dove propone diversi itinerari nei quali è possibile osservare i luoghi della seconda guerra mondiale.

Di seguito riportiamo la suddivisione dei sentieri proposti dal sito del parco, di cui vi suggeriamo la visita.

Piscina Nera – Monterano (Monte Maggiore)

Itinerario che si snoda lungo il crinale a sud di Badia Tedalda, spartiacque tra la Valmarecchia e la Valle del Metauro; nel giugno 1944 fu teatro di un cruento scontro armato tra tedeschi e partigiani.

Badia Tedalda – Sasso di Cocchiola

Itinerario che consente di raggiungere uno dei tanti nuclei fortificati approntati attorno a Badia Tedalda, sede del comando di divisione.

Rofelle – Montebotolino

Itinerario che percorre una parte della frazione di Linea Gotica che attraversava il territorio di Badia Tedalda; lungo il percorso sono visitabili, oltre al grazioso borgo di Montebotolino, postazioni di artiglieria, casematte sotterranee e posti di comando.

Rofelle – Monte Faggiola

Itinerario che consente di avvistare una casamatta sotterranea in buono stato di conservazione e poi di raggiungere in breve uno dei luoghi più panoramici di tutta l’area.

Poggio La Piazzuola – Monte dei Frati

Itinerario che conduce in vetta al Monte dei Frati, dove si trova una delle più estese aree fortificate tedesche, punto nevralgico dell’apparato difensivo della Linea Gotica in questo settore.

Passo di Viamaggio – Monte Verde (Monte Macchione)

Itinerario che si snoda sul crinale di Monte Verde, fortificato con postazioni di tiro per fucilieri e mitraglieri, per controllare la strada del passo (proseguendo si può raggiungere anche Monte Macchione, sula cui sommità si trova un nucleo di fortificazioni molto interessante).

Le postazioni di artiglieria

Itinerario che raggiunge due resti di postazioni dell’artiglieria pesante tedesca; il cannone collocato in una di queste postazioni sparò fino alla metà di settembre sugli Alleati dislocati lungo la valle del Tevere.

Valdazze – Monte della Zucca (Monte Castagnolo)

Itinerario che conduce ai crinali del Monte della Zucca, dove si trovano diversi resti delle fortificazioni; chi prosegue fino al Monte Castagnolo trova, in vetta, un posto di osservazione.

Valdazze – Poggio dell’Aquila

Itinerario che conduce sul crinale del Poggio dell’Aquila, dove si trovano resti di fortificazioni, con postazioni di tiro dirette ad interdire l’eventuale avanzata alleata lungo la strada che sale al Passo di Viamaggio.

Cantoniera – Poggio delle Campane

Itinerario sui crinali del Poggio delle Campane, dove si trovano numerosi resti di trincee e postazioni.

 

Per maggiori informazioni potete visitare il sito www.parcostoricolineagotica.it

 

Immagine dell’Alpe della Luna

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.